BlogArchitetto d’interni: guida alla realizzazione del progetto perfetto

Architetto d’interni: guida alla realizzazione del progetto perfetto

La funzionalità principale dell’architetto d’interni è esprimere pienamente il potenziale di spazi e oggetti all’interno di un ambiente. È necessario saper entrare in empatia con i clienti, capirne le esigenze, gli stili di vita e i sogni. La scelta dell’arredamento è fondamentale fin dalla fase di progettazione per rispecchiare i gusti del cliente.

In questo articolo troverai una breve guida per realizzare un progetto di interior design.

Come esprimere il potenziale degli spazi

Ogni bravo architetto d’interni sa che la prima fondamentale fase per la realizzazione di un progetto di interior design è quella dell’ascolto.
Senza fermarsi ad ascoltare le esigenze del cliente, infatti, difficilmente il progetto sarà soddisfacente e troverà realizzazione.

L’architetto di interni, in questa prima fase, deve raccogliere quante più informazioni possibili dal committente: capire quali sono i suoi gusti in fatto di stile, ma anche conoscere i suoi sogni, le sue aspirazioni e entrare in connessione con il suo stile di vita. La progettazione nasce dall’ascolto.

L’obiettivo principale dell’architetto d’interni è far emergere il potenziale degli ambienti. Grazie all’esperienza riuscirà a non farsi influenzare dai suoi gusti personali, ma troverà il modo di far coesistere le richieste del cliente e il suo occhio esperto.
Il suo lavoro non si limita a organizzare gli spazi o fondere insieme in modo armonico diversi stili, ma è in grado di far coabitare nello stesso ambiente estetica e funzionalità a seconda delle richieste ricevute.

Per poter raggiungere questo obiettivo sono necessari uno studio accurato, anni di esperienza e una selezione attenta dell’arredamento e dell’oggettistica che lo compone, oltre a una mirata organizzazione degli spazi.

La seconda fase vede l’architetto alle prese con la creazione di un progetto embrionale da presentare al cliente. Sulla base di questa prima bozza partirà l’attenta selezione dell’arredamento.

Il ruolo dell’arredamento

Una volta approvata la bozza del progetto, l’architetto d’interni può selezionare l’arredamento in base alle preferenze estetiche e funzionali del cliente.

L’arredamento, infatti, è parte integrante della progettazione e sarà l’anima che riempirà l’ambiente. Che si tratti di un’abitazione privata, di un hotel o di un esercizio commerciale, l’architetto d’interni dovrà porre molta cura nella scelta dei pezzi d’arredamento: ogni dettaglio farà la differenza e arricchirà gli spazi in modo significativo.

Scegliere l’arredamento giusto, infatti, definisce l’immagine dell’ambiente in cui il cliente trascorrerà molto del suo tempo: si crea uno spazio che dialoga con chi ci vive.
Gli spazi in cui viviamo hanno una forte influenza sulla vita. La riuscita del progetto si vede anche e soprattutto dal legame emozionale che nasce tra l’architettura e le persone che vivranno negli ambienti studiati su misura e arredati dall’architetto d’interni.

Se sei in cerca di ispirazione per un progetto vieni a trovarci nel nostro showroom o sul nostro sito: tra le nostre proposte d’eccellenza siamo sicuri che troverai il design perfetto per il tuo progetto.

Nessun prodotto nel carrello.

X